Induismo: etica e affari (India)

EENI- Scuola superiore di commercio estero

Italiano

Unità di apprendimento (Programma di studio) - Induismo (Sanatana Dharma): etica e affari. Imprenditore Induista

  1. Introduzione all'induismo "Sanatana Dharma" (Religione eterna)
  2. I testi sacri.
  3. Il Bhagavadgita.
  4. Il sentiero dello Yoga.
  5. I quattro percorsi di Dio
  6. Concetti chiave dell'induismo:
         - Tolleranza interreligiosa.
         - Corpo e Atman.
         - Samsara.
  7. Il distacco dai risultati dell'azioni.
  8. I principi etici dell'induismo:
         - non violenza (ahimsa)
         - Verità (satya)
         - non rubare (asteya)
         - moderazione sessuale (brahmacarya).
         - In possesso della necessaria.
  9. Rinnovamento dell'induismo:
         - Sri Ramakrishna
         - Swami Vivekananda
         - Mahatma Gandhi
  10. L'Induismo oggi

Casi di studio Imprenditore Induista

  1. Kumar Birla
  2. Senapathy Gopalakrishnan
  3. Mukesh Ambani
  4. S P Hinduja
  5. Kiran Mazumdar
  6. Jet Vie aeree India.
  7. Naresh Goyal

Principi etici Induista
Etica Induismo

Crediti: 4 ECTS CFU

L'unità di apprendimento - L'Induismo: etica e affari fa parte del Master in Commercio Estero - Corso India

Armonia religioniAhimsa non violenza

Materiali di studio: En Hinduism Es Hinduismo Fr Hindouisme

Obiettivi dell'unità:

  1. Conoscere i principi fondamentali dell'Induismo
  2. Capire i principi etici degli induisti.
  3. Analizzare le figuri d'imprenditori induisti.

Induismo

Bhagavadgita

Rinnovo del Induismo: Sri Ramakrishna
Sri-Ramakrihsna Induismo

Hinduism Ramakrishna

Kiran Mazumdar-Shaw
Kiran Mazumdar Biocon

Descrizione dell'unità di apprendimento - Induismo: etica e affari:

Tentare definire l'induismo è un compito abbastanza complesso, il termine corretto per l'Induismo dovrebbe essere "Sanatana dharma" o legge eterna. Secondo il Maestro Swami Vivekanda, erede spirituale di Sri Ramakrihsna:

"L'induismo si basa nel tesoro accumulato formato da leggi spirituali scoperte per distinte persone in distinti tempi."

Hinduja Gruppo India

Si stima che intorno a 950 milioni di persone praticano l'induismo, soprattutto nell'India, essendo la terza religione del mondo per numero di credenti, per dietro l'Islam e il Cristianesimo. L'induismo è maggioritario in India e il Nepal.

Esistono molti libri sacri induista (Mahabharata, Ramayana, Vedas, Upanishads, Puranas...), Questo studio si baserà nello studio del Bhagavadgita, in concreto sopra la versione che preparò il Mahatma Gandhi.

Principi etici dell'Induismo: ahimsa (non violenza), distacco per il frutto dell'azioni, veridicità, non rubare, autocontrollo, disciplina, pensieri e parole adeguate, e motivazione per conseguire l'obiettivo.

Ahimsa Gandhi

Patanjali nel secolo II aC, il creatore della filosofia del Yoga, suggerisce la pratica di cinque esercizi etici: ahimsa, veridicità, non rubare, vita pura e la non cupidigia. Tutto ciò è ampiamente raccolto nel Bhagavadgita.

Gli induista devono compiere le cinque astensioni (Yamas) e oltretutto devono osservare cinque precetti o Niyamas:

Yamas (Astensioni)
- Non violenza (Ahimsa)
- Veridicità (satya)
- Non rubare (asteya)
- Moderazione sessuale (brahmacarya)
- Possedere il necessario (aparigraha)

Niyamas (Osservanza)
- Purezza (shauca)
- Soddisfazione (santosa)
- Austerità / autodisciplina (tapas)
- Conoscenza di sé (svadhyaya)
- Consegna a Dio (Îshvarapranidhâna)

Ahimsa Etica Ramakrishna

Il principio di Ahimsa (Non violenza), dovrebbe formare parte di un'etica globale, è condiviso specialmente anche per giainisti e Buddisti.

Una delle dottrine centrali dell'Induismo è la del Karma, una legge eterna morale di causa e effetto, quello che facciamo nella nostra vita, condiziona la nostra prossima vita, ogni pensiero o azione avrà conseguenze.

Ahimsa Induismo

Per la grande maggioranza degli induista la realtà assoluta è Brahmano. Credono nella reincarnazione e nella legge del Karma. Nell'induismo non esiste una figura fondatrice, un profeta della sua religione; neanche esiste un'autorità centrale. Oggigiorno è comune identificare quattro tipi differenti d'induismo: Vaishnavismo, Shaivismo, Shaktismo e Smartism. La grande maggioranza d'induista affermano che la sua religione è monoteistica.

Sopra la casta.

Così il Mahatma Gandhi come il buddismo, i Sikh o il Giainismo negarono il sistema di casta:

"Il movimento degli harijans (intoccabili) è troppo grande per così solo sforzo intellettuale. Nel mondo non c'è niente peggiore. E ciò nonostante, non posso abbandonare la religione, e pertanto l'induismo.

La vita mi sarebbe una carica senza la mia religione. Padrone al cristianesimo, l'islam e molte altro fedi attraverso l'induismo. Ma non posso tollerare con l'intoccabilità" (The Essential Gandhi)

Etica Gandhi

La Costituzione dell'India proibisce il sistema di casta. Kocheril Raman Narayanan, Il X presidente dell'India (1997 - 2002), andò il primo presidente "Dalit", un intoccabile.

Ciò nonostante c'è esperti induista, come Ananda Coomaraswamy, che argomentare che la casta hanno fornito alcuni vantaggi alla società Induista. Per esempio, al creare ai intoccabile evitarono implementare lo schiavismo.

Il gruppo Aditya Birla
Gruppo Birla India

Senapathy Gopalakrishnan
Gopalakrishnan

Il gruppo Reliance. Shri Mukesh D. Ambani
Shri Mukesh D. Ambani

Bhagavadgita

Religioni, etica e affari: Zoroastrismo, Sikhismo, Giainismo, Buddismo, Taoismo, Confucianesimo. Religioni dell'India


EENI Scuola superiore di commercio estero