Religioni dell'India

EENI- Scuola superiore di commercio estero

Italiano

Descrizione dell'unità di apprendimento - Religioni dell'India: Induismo, Zoroastrismo, Giainismo

L'India è e stato, uno dei paesi con più tolleranza religiosa. L'induismo è sicuramente la religione più tollerante con gli altri, come si può osservare nella storia dell'India degli ultimi 2.500 anni. Ha vissuto con Parsi, Sikh, Musulmani, Cristiani, Buddisti, Giainismo.

Principi etici Induista
Etica Induismo

Bhagavadgita

L'unità Religioni dell'India fa parte del Master in Commercio Estero - Asia

Ahimsa non violenza

Materiali di studio: En India Religions Es India Religiones Fr Inde Pt India

Armonia religioni

Il capitolo IV della Bhagavadgita s'avvia con uno dei versi più belli e trascendentali del Gita, nel quale apprezziamo la tolleranza dell'Induismo con altre religioni.

"Quando la bontà vacilla, Quando la cattiveria aumenta, Mi converto in corpo.
Ritorno in tutte le epoche per pronunciare il sacro
Per distruggere il peccato del peccatore, Per stabilire il giusto." Gita IV 7-8

Lo più universale di questi versi è l'implicita accettazione d'altri profeti, di altre religioni. Molti induista credono nella santità di Gesù, in Ramo, in Krishna, in Buddha, in Guru Nanak, in Zaratrustra...

Questo principio di tolleranza universale è una dei maggiori apporti che l'etica induista puoi aportar al concetto di etica globale oltre i principi di veridicità, distacco e non violenza.

L'induismo è una religione fondamentale nell'India e, secondo un censo, l'induismo era praticato per intorno al 80,5% della popolazione di 1,210 milioni di persone, si stima che nel 2012 erano 960 milioni di seguitori.

Percentuale di popolazione per religioni nell'India

- Induisti 80.46%
- musulmani 13.43%
- Cristiani 2.34%
- Sikh 1.87%
- Buddisti 0.77%
- Altri 0.72%
- Giainismo 0.41%

In India esistono dei 2 milioni di Baha'i, dei 7,5 milioni di Metodisti e dei 2,4 milioni di Battisti

La Chiesa Cattolica Siro-Malabar (Chiese cattoliche Orientali) ha vicino a 4,6 milioni di credenti.

Ll induismo è la religione più numerosa in ventisette Stati dell'India, tranne in Manipur, Arunachal Pradesh, Mizoram, lakshadweep, Nagaland, Meghalaya, Jammu e Cashmere e Punjab.

Dopo l'India, l'induismo è importante in Nepal (23 milioni), il Bangladesh (15 milioni), nell'isola indonesiana di Bali (3,3 milioni), le Isole Mauritius, la Guyana, Figi, o Butan

Un esempio molto chiaro della tolleranza induista è che l'ex- presidente dell'India, Manmohan Singh, non è induista bensì Sikh.

Di seguito, vi mostriamo i ministri del suo governo. Come si può anche osservare la maggioranza è induista, ma ci sono anche sikh, musulmani, cristiani, buddisti, atei

- Shri K. A. Antony. Ministro della Difesa. Era nato in una famiglia cattolica siriana, ora dichiarata atea. Devoto s'afferma anche di Mata Amritanandamayi
- Shri Sharad Pawar. Ministro dell'Agricoltura. Induismo.
- Shri P. Chidambaram. Ministro delle finanze. Induismo.
- Shri Ghulam Nabi Azad. Ministro della Salute e il benessere familiare. Musulmano.
- Shri Sushil Kumar Shinde. Ministro degli Interni. Laicità (Nehru)
- Shri M. Veerappa Moily. Ministro del Petrolio e Gas Naturale.
- Dottore Farooq Abdullah. Ministro dell'energie nuove e rinnovabili. Musulmano.
- Shri S. Jaipal Reddy. Ministro della Scienza e della Tecnologia. Ministro di Scienze della Terra. Induismo.
- Shri Ram Sis Ola. Ministro del lavoro e dell'occupazione
- Shri Kamal Nath. Ministro dello Sviluppo Urbano. Ministro degli affari parlamentari. Induismo.
- Shri Ajit Singh. Ministro per l'aviazione civile. Sikh
- Shri Vayalar Ravi. Ministro degli Affari India all'estero. Induismo.
- Shri Mallikarjun Kharge. Ministro delle Ferrovie. Buddista.
- Shri Oscar Fernandes. Ministro del trasporto stradale e Autostrade. Cristiana cattolica.
- Shri Kapil Sibal. Ministro delle Comunicazioni e della Tecnologia. Induismo.
- Shri Anand Sharma. Ministro del commercio e dell'Industria. Induismo.
- Kumari Selja. Ministro della giustizia sociale e responsabilizzazione. Induismo.
- Dottore Girija Vyas. Ministro per l'Edilizia e la riduzione della povertà urbana. Induismo.
- Shri K. G. Vasan. Ministro della spedizione
- Shri Praful Patel. Ministro della Industria e imprese pubbliche. Induismo.
- Shriprakash Shri Jaiswal. Carbone Ministro
- Shri Salman Khursheed. Ministro degli Affari Esteri. Musulmano.
- Shri V. Kishore Chandra Deo. Ministro degli affari tribali. Ministro della Panchayati Raj. Induismo.
- Shri beni Prasad Verma. Acciaio ministro. Induismo.
- Shri Jairam Ramesh. Ministro per lo sviluppo rurale. Induismo.
- Shri K. Rahman Khan. Ministro degli Affari delle Minoranze. Musulmano.
- Shri Dinsha J. Patel. Ministro delle Miniere. Induismo.
- Shri M. M. Pallam Raju. Ministro per lo Sviluppo delle Risorse Umane. Induismo.
- Shri Harish Rawat. Ministro delle risorse idriche. Induismo.
- Smt. Chandresh Kumari Katoch. Ministro della Cultura. Induismo.
- Dottore Kavuru Sambashiva Rao. Ministro del Tessile

(Nota: se non si specifica una religione, è che il ministro non ha dichiarato pubblicamente la loro religione)

Un altro esempio si può osservare nella lista degli uomini più ricchi dell'India.

Cyrus Poonawalla Parsi

Religioni, etica e affari


EENI Scuola superiore di commercio estero