Giainismo: etica e affari (India)

EENI- Scuola superiore di commercio estero

Italiano

Unità di apprendimento (Programma di studio) - Giainismo (Jaina Dharma): etica e affari. Ahimsa non violenza

  1. Introduzione al Giainismo (Jaina Dharma).
  2. Scuole giainisti: Svetambaras e Digambaras
  3. Dottrina giainista.
  4. Principi fondamentali della filosofia giainista ("Tattva").
  5. Dodici voti.
  6. Cinque pilastri di Giainismo.
  7. Principi etici di Giainismo. La Non violenza (ahimsa)

Crediti "Indian Religions - Jainism": 3 ECTS CFU

Giainismo e affari - Caso di studio:

  1. La saga imprenditoriale giainista Sahu Jain.
  2. Gautam Adani
  3. Bhavarlal Hiralal giainista
  4. Ajit Gulabchand
  5. Anand Jain
  6. Uomini d'affari Giainisti

Esempio dell'unità di apprendimento - Giainismo: etica e affari
Giainismo Affari Etica

Obiettivi dell'unità:

  1. Conoscere i principi fondamentali del Giainismo
  2. Capire i principi etici dei giainisti.
  3. Analizzare le figuri di giainisti importanti.

Ahimsa non violenza

Sahu Jain (India)
Indu Jain India

L'unità Giainismo: etica e affari fa parte del Master professionale in Affari Internazionali (MIB apprendimento online) - India

Materiali di studio: En Jainism Es Jainismo Fr Jainisme

Descrizione dell'unità di apprendimento - Giainismo: etica e affari:

Il creatore del Giainismo fu Mahavira (549-477 a. C.), contemporaneo di Buddha, Confucio e Laozi. I giainisti credono che Mahavira (il Grande eroe) fu l'ultimo dei 24 uomini santi (jina, vincitori) che vissero prima che lui.

Gli insegnamenti di Mahavira si centrano in liberare all'incoraggia (jina) della materia e guidarla per una coscienza divina e alla liberazione (Moksa). I giainisti pensano che l'uomo è assolutamente proprietario della sua destinazione.

Per loro, tutto l'universo sta vivo, e per così ha una incoraggia. Le pietre, gli animali, le nuvole o il sole formano parte dell'universo, e per così c'è bisogno di rispettarelos:

"Qualsiasi essere vivente merita rispetto."

Armonia religioni

Religioni ed Etica

Per questo uno dei pilastri del Giainismo è il concetto di non violenza (Ahimsa), un principio supremo. Come I zoroastriani, il pensiero, le parole e le azioni devono osservare rigorosamente il principio di non violenza. Il maggiore peccato che un giainista può fare è causare danno a un essere vivo, sia uomo o insetto.

Al praticare la non violenza, ha portato che il giainista storicamente si dedichi più agli affari e al commercio che all'agricoltura (dicono che lavorazioni un campo possono uccidere molti insetti) e allevamento degli animali. Per questo solere avere un'educazione molto superiore alla media india. Il Giainista sole essere considerato come molto dinamico in tutti gli aspetti relazionati con gli affari. Importanti giainisti hanno partecipato nella costruzione dell'India della sua indipendenza.

La comunità giainista sta fortemente organizzata in istituti di beneficenza che sostegno iniziative culturali ed educativi, sono anche in certa maniera lobbies d'affari.

Il Giainismo arrivò a essere religione ufficiale in vari stati dell'India, ma la sua declive è stato importante, soprattutto dopo l'invasione musulmana. Si stima che esistono tra 5 e 6 milioni di giainisti nell'India soprattutto nei stati di Bengala, Rahastan, Maharashtra, il Gujarat e Karnatka. Pesi al suo ridotto numero di discepoli, la sua influenza nella politica, l'economia e la cultura dell'India è notevole.

Giainismo

  1. Religione: Giainismo (Jaina Dharma)
  2. Fondatore: Mahavira (549-477 a. C.).
  3. Dio: Tirthankaras
  4. Data: 6th secolo aC.
  5. Città Santa: Valabhipura, Sravana Belgola (Karnataka)
  6. Testi sacri: "Upanga e Anga", "Prakimata", "Mulasutra"
  7. Paese: l'India. Principali paesi dove praticavano: l'India
  8. Scuole principali:
  9. Svetambaras, gli "abiti bianchi"
  10. Digambaras, il "nudo"

Simbolo giainista Ahimsa = non violenza

Ahimsa non violenza

Gautam Adani
Gautam Adani Giainismo

Bhavarlal Hiralal Giainismo

Ajit Gulabchand
Ajit Gulabchand Giainismo

Altri imprenditori giainisti:

Anand Jain (Nato nel 1957) è presidente di Jai Corp Limitata, Navi Mumbai SEZ Pvt.. Mumbai SEZ, Reliance Haryana SEZ Limitata. Anand giainista Occupò il luogo diciannove nell'elenco Forbes dei 40 più ricchi dell'India nel 2007. È considerato come uno stretto collaboratore di Mukesh Ambani (direttore di Reliance Industria, induista).

Lalchand Hirachand Doshi (1904-1993) Fu un importante imprenditore, filantropo e leader sociale giainista. Walchandnagar Industria, L'impresa creata per lui, sta adesso diritta per i suoi figli Vinod Doshi, Chakor L.

Sir Seth Hukum Chand Jain (Indore 1874-1959) Fu un importante imprenditore e un prominente leader della comunità giainista durante 50 anni.

Vinay Maloo (1961) è il fondatore e presidente del gruppo Enso. Nel 2009 fu il nono indiano più ricco. È un giainista rigoroso, vegetariano di nascita e gusta degli insegnamenti di Munis Jain. Nel suo tempo libero, pratica yoga e meditazione.

Motilal Oswal, è un importante uomo d'affari indiani. È il presidente e Direttore Generale di Motilal Oswal Finanziaria Servizi Limitata, che cofondò con Raamdeo Agrawal nel 1987.

Narendra Patni Fu il fondatore, presidente e direttore esecutivo di Patni Computer Sistemi, attualmente conosciuta come Igate. Nacque nel 1943 all'interno della famiglia giainista Marwari.

Anshuman Jain (1963) è un esecutivo d'affari giainista. Assunse il carico di Co-Direttore Generale di Deutsche Banca il 1 giugno 2012 per sostituire presidente del Consiglio Josef Ackermann.

Naveen K. Jain (1959) è un esecutivo d'affari e imprenditore indiano. È il fondatore di InfoSpace, Intelius e Luna Express. Nel 2000, Forbes classificò a Naveen K. Jain nel posto 121 nel suo elenco dei 400 statunitensi più ricchi con un patrimonio netto di 2,2 mille milioni di dollari.

Zoroastrismo, Sikhismo, Induismo, Buddismo, Taoismo, Confucianesimo. Religioni dell'India


EENI Scuola superiore di commercio estero