Sistema delle preferenze tariffarie generalizzate (UE)

EENI- Scuola superiore di commercio estero

Italiano

Unità di apprendimento: Unione europea- Sistema delle preferenze tariffarie generalizzate (SPG). Programma:

  1. Sistema delle preferenze tariffarie generalizzate (SPG).
  2. Sistema delle preferenze tariffarie generalizzate + schema.
  3. Disposizione Tutto tranne le armi.

Master in Affari Internazionali (Apprendimento online) specializzazione Europa

Materiali di studio: En EU GSP Es SPG Fr UE Pt UE

Esempio dell'unità di apprendimento - Sistema delle preferenze tariffarie generalizzate:
Sistema delle preferenze generalizzate

Descrizione dell'unità di apprendimento - Unione europea: Sistema delle preferenze tariffarie generalizzate:

Dal 1971, i regimi dell'Unione europea, come il Sistema delle preferenze tariffarie generalizzate (SPG), hanno consentito ai paesi in via di sviluppo di pagare inferiori dazi all'importazione.

Le importazioni che hanno ricevuto il sistema di preferenze generalizzate sono 60 miliardi di euro (il 4% del totale delle importazioni dell'Unione europea e il 9% del totale delle importazioni nell'Unione europea da paesi in via di sviluppo).

In base al regime rivista delle Sistema delle preferenze tariffarie generalizzate, le importazioni che riceveranno Sistema delle preferenze tariffarie generalizzate (SPG) sono stimati in Euro 37,7 miliardi.

Il sistema attuale di preferenze generalizzate si estende su tre fattori:

- l'Accordo di sistema generale di preferenze generalizzate (esenzione dai dazi all'importazione di 176 economie in via di sviluppo)

- Il regime speciale d'incentivazione per lo sviluppo sostenibile e il buon governo (SPG +). Offre preferenze supplementari per sostenere i paesi in via di sviluppo più vulnerabili nella loro ratifica e l'attuazione delle convenzioni internazionali in materia di diritti umani e di lavoro, lo sviluppo sostenibile e la buona Governance economica. L'attuale regime SPG + copre 15 beneficiari.

- L'Accordo Tutto tranne le armi che prevede l'accesso completo (esenti da dazio e da quote) verso il mercato dell'Unione europea a eccezione di armi e armamenti per i quarantanove paesi meno sviluppati (come definito dalle Nazioni Unite).

Nel 2001, il Consiglio ha adottato il regolamento 416/2001: "regolamento Tutto tranne le armi", garantendo il libero accesso alle importazioni di tutti i prodotti provenienti da paesi meno sviluppati, a eccezione dell'armi e munizioni

I paesi meno sviluppati beneficiando di Tutto tranne le armi:

Asiatico-Pacifica: l'Afghanistan, il Bangladesh, il Bhutan, la Cambogia, Kiribati, il Laos, Maldive, il Nepal, le Isole Salomone, Samoa, Timor-Leste, Tuvalu, Vanuatu, lo Yemen

Africa: l'Angola, il Ciad, la Repubblica Democratica del Congo, Comore, il Niger, il Gibuti, il Lesotho, Rwanda, il Benin, la Guinea Equatoriale, la Liberia, l'Eritrea, il Madagascar, São Tomé e Principe, il Togo, il Burkina Faso, l'Etiopia, il Malawi, il Senegal, il Burundi, il Gambia, Mali, la Sierra Leone, l'Uganda, il Kenya, la Guinea, la Mauritania, la Somalia, Capo Verde, Guinea-Bissau, il Mozambico, il Sudan, la Repubblica Centrafricana, la Tanzania, lo Zambia.


EENI Scuola superiore di commercio estero