Organizzazione mondiale del commercio - Doha

EENI- Scuola superiore di commercio estero

Italiano

Unità di apprendimento: l'Organizzazione mondiale del commercio (OMC). Programma:

  1. Introduzione all'Organizzazione mondiale del commercio (OMC).
  2. Da l'Accordo generale sulle tariffe doganali e sul commercio (GATT) a l'Organizzazione mondiale del commercio.
  3. Principi del sistema di scambio.
  4. Gli accordi dell'Organizzazione mondiale del commercio.
       - Tariffe.
       - Agricoltura.
       - Norme e sicurezza.
       - Tessile.
       - Servizi.
       - Proprietà intellettuale.
       - Anti-dumping, le sovvenzioni.
       - Barriere non tariffarie.
  5. L'Accordo generale sul commercio dei servizi (GATS).
  6. Accordi commerciali regionali.
  7. Regionalismo.
  8. Agenda di Doha.
  9. Rapporto mondiale del commercio estro.

Sistema commerciale (OMC)
Sistema commerciale OMC

Esempio dell'unità di apprendimento (Organizzazione mondiale del commercio):
Organizzazione mondiale del commercio

Materiali di studio: En WTO Fr OMC Es OMC

Corsi e Master (a distanza): Master in Affari Internazionali (MIB) - Master Mercati Emergenti - Master Relazioni internazionali.

Descrizione dell'unità di apprendimento (Organizzazione mondiale del commercio):

Nel 1995 è stata creata l'Organizzazione mondiale del commercio (OMC), che sostituisce l'Accordo generale sulle tariffe doganali e il commercio (GATT) (Creata nel 1948).

L'Organizzazione mondiale del commercio è l'unica organizzazione globale che regola il commercio internazionale di prodotti e servizi tra le 157 nazioni.

L'obiettivo principale dell'Organizzazione mondiale del commercio è quello di agevolare gli scambi internazionali di prodotti e servizi tra esportatori e importatori. Tassi della tariffa del commercio internazionale e dei mercati aperti impegni sono "vincolati" in seno all'Organizzazione mondiale del commercio

Gli accordi negoziati presso l'Organizzazione mondiale del commercio da parte dei paesi membri dovrebbero essere ratificato nei loro parlamenti.

L'Organizzazione mondiale del commercio definire i principi del sistema del commercio internazionale:
- Il commercio internazionale - senza discriminazione: una nazione non deve distinguere tra i suoi partner commerciali internazionali ("nazione più favorita" o stato MFN), e non dovrebbe mostrare favoritismi tra i propri prodotti o servizi e stranieri ("trattamento nazionale");
- Il commercio internazionale - Ancora libre: le barriere al commercio internazionale dovrebbe essere ridotto o eliminato attraverso negoziazione;
- Il commercio internazionale - Prevedibile: tutti gli attori coinvolti nel commercio internazionale (società estere, investitori, governi) dovrebbero essere - convinti barriere al commercio internazionale (tariffe e barriere non tariffarie) non dovrebbe essere elevata capriccio;;
- Il commercio internazionale - Più competitivi: scoraggiante "sleali" pratiche (le sovvenzioni alle esportazioni, di dumping...)
- Il commercio internazionale - Più redditizio per i paesi meno sviluppati.

L'Accordo Generale sul commercio dei servizi (GATS) è il primo e unico set di regole multilaterali che disciplinano gli scambi internazionali di servizi

Dogana e l'Organizzazione mondiale del commercio

L'Organizzazione mondiale del commercio - Paesi membri (con le date di appartenenza).
Albania 2000
Angola 1996
Antigua e Barbuda 1995
Argentina 1995
Armenia 2003
Australia, 1995
Austria 1995
Bahrein, il Regno del 1995
Bangladesh 1995
Barbados 1995
Belgio 1995
Belize 1995
Bolivia 1995
Botswana 1995
Il Brasile 1995
Brunei Darussalam 1995
Bulgaria 1996
Il Burkina Faso 1995
Burundi 1995
La Cambogia 2004
Camerun 1995
Il Canada 1995
Capo Verde 2008
Repubblica Centrafricana 1995
Ciad 1996
Cile 1995
Cina 2001
Colombia 1995
Congo 1997
Costa Rica 1995
Costa d'Avorio 1995
Croazia 2000
Cuba 1995
Cipro 1995
Repubblica Ceca 1995
Repubblica Democratica del Congo 1997
Danimarca 1995
Gibuti 1995
Dominica 1995
Repubblica Dominicana 1995
Ecuador 1996
L'Egitto 1995
El Salvador 1995
Estonia 1999
L'Unione europea 1995
Figi 1996
Finlandia 1995
Ex Repubblica iugoslava di Macedonia 2003
Francia 1995
Gabon 1995
Gambia 1996
Georgia 2000
Germania 1995
Ghana 1995
Grecia 1995
Grenada 1996
Guatemala 1995
Guinea 1995
Guinea-Bissau 1995
Guyana 1995
Haiti 1996
Honduras 1995
Hong Kong, la Cina 1995

Ungheria 1995
Islanda 1995
India 1995
Indonesia 1995
Irlanda 1995
Israele 1995
Italia 1995
Giamaica 1995
Giappone 1995
Giordania 2000
Kenya 1995
Corea, la Repubblica del 1995
Kuwait 1995
Kirghizistan 1998
Lettonia 1999
Lesotho 1995
Liechtenstein 1995
Lituania 2001
Lussemburgo 1995
Macao, la Cina 1995
Madagascar 1995
Malawi 1995
Malesia 1995
Maldive 1995
Mali 1995
Malta 1995
Mauritania 1995
Mauritius 1995
Messico 1995
Moldavia 2001
Mongolia 1997
Marocco 1995
Mozambico 1995
Myanmar 1995
Namibia 1995
Nepal 2004
I Paesi Bassi - Per il Regno in Europa e per le Antille olandesi 1995
Nuova Zelanda 1995
Il Nicaragua 1995
Niger 1996
Nigeria 1995
Norvegia 1995
Oman 2000
Pakistan 1995
Il Panama 1997
Papua Nuova Guinea 1996
Paraguay 1995
Il Perù 1995
Filippine 1995
Polonia 1995
Portogallo 1995
Qatar 1996
Romania 1995
Ruanda 1996
Saint Kitts e Nevis 1996
Santa Lucia 1995
Saint Vincent & le isole Grenadine 1995
Arabia Saudita 2005
Senegal 1995
Sierra Leone 1995
Singapore 1995
Repubblica Slovacca 1995
Slovenia 1995
Isole Salomone 1996
Il Sudafrica 1995
Spagna 1995
Lo Sri Lanka 1995
Suriname 1995
Swaziland 1995
Svezia 1995
Svizzera 1995
Cina Taipei (Taiwan) 2002
Tanzania 1995
Thailandia 1995
Togo 1995
Tonga 2007
Trinità e Tobago 1995
Tunisia 1995
Turchia 1995
Uganda 1995
Ucraina 2008
Emirati Arabi Uniti 1996
Regno Unito 1995
Stati Uniti d'America 1995
Uruguay 1995
Venezuela (Repubblica Bolivariana del) 1995
Vietnam 2007
Zambia 1995
Zimbabwe 1995

EENI Scuola superiore di commercio estero