Fare affari in Turchia. Istanbul Ankara

EENI- Scuola superiore di commercio estero

Italiano

Unità di apprendimento: commercio estero e affari in Turchia. Programma:

  1. A proposito della Turchia.
  2. Fare affari a Istanbul / Ankara
  3. L'economia turca.
  4. Il commercio estero turco.
  5. L'investimento diretto estero (IDE).
  6. Fare affari in Turchia.
  7. Unione doganale Unione europea-Turchia.
  8. L'Accordo di libero scambio (ALS) con l'Associazione europea di libero scambio (AELS).
  9. Accesso al mercato.

Crediti: 3 ECTS CFU

L'unità di apprendimento "Fare affari in Turchia" fa parte del Master in Commercio Estero specializzazione Europa - Paesi musulmani

Materiali di studio: En Turkey Es Turquía Fr Turquie

Affari in Turchia

Unione doganale Unione europea-Turchia:
Unione europea e la Turchia Unione doganale

Descrizione dell'unità di apprendimento (Commercio internazionale e affari in Turchia)

Organizzazioni e accordi di libero scambio (ALS) della Turchia

  1. Cooperazione economica del mar Nero
  2. Organizzazione della cooperazione economica (ECO)
  3. Partenariato Euro-Mediterraneo (EUROMED)
  4. Allargamento dell'Unione europea
  5. Sinergia del mar Nero
  6. Unione europea-Turchia Unione doganale
  7. Accordi di libero scambio (ALS) della Turchia: l'Albania, la Bosnia ed Erzegovina, la Croazia, la Macedonia, l'Egitto, la Georgia, Israele, la Giordania, il Libano, il Montenegro, il Marocco, Palestine, la Serbia, la Siria, la Tunisia.
  8. L'Accordo Turchia-Cile

La Turchia è il paese più interessante 13 ° al mondo per Investimento diretto estero...

Le importazioni in Turchia provenivano dai seguenti mercati principali: l'Unione europea (40,8%), la Russia (14,0%), la Cina (7,9%), gli Stati Uniti (4,8%), l'Iran (3,9%) e la Svizzera (3,1%).

Le principali esportazioni dell'Unione europea verso la Turchia sono i macchinari (32,2%), materiale di trasporto (18,6%) e i prodotti chimici (16,9%).

Religioni: Islam (Fiqh: Hanafita)

Gli accordi di libero scambio (ALS) della Turchia
Accordi di libero scambio (ALS) della Turchia

I principali mercati dell'esportazioni turche sono stati l'Unione europea (56,4%), la Russia (4,4%), gli Stati Uniti (3,9%), la Romania (3,4%), gli Emirati Arabi Uniti (3,0%) e Iraq (2,6%). Tessile e mezzi di trasporto dominano importazioni dell'Unione europea provenienti della Turchia, sia responsabile di circa il 24% del totale.

Importazioni da altri importanti sono i macchinari (17,7%) e i prodotti agricoli (7,1%).

Per quanto riguarda le importazioni della Turchia da parte di gruppi dei paesi, l'Unione europea i membri hanno mantenuto la posizione più alta dal 1980.

Tra il 1999 e il 2005, mentre è stato osservato che le importazioni da Stati membri dell'Unione europea è passata dal 44% al 52%, c'era anche un notevole aumento delle importazioni dall'Asia i Economica del mar Nero paesi membri della cooperazione, e la ricchezza comune degli Stati indipendenti che ha attirato l'attenzione significativa.

Organizzazione della cooperazione economica

La disciplina fiscale e una politica di bilancio rigorosa continuano a essere i pilastri principali del programma economico della Turchia e hanno contribuito molto alla disinflazione, nonché a una prestazione forte crescita. La Turchia ha una popolazione totale di 70 milioni, di cui 24,6 milioni di persone sono attive nel mondo del lavoro.

In aggiunta alle politiche macroeconomiche, la Turchia ha attuato un programma completo e profonda riforma strutturale. Rispetto alle esperienze d'altri paesi, il successo della Turchia è stata notevole soprattutto a causa della velocità con la quale ha condotto cambiamenti strutturali e istituzionali. In effetti, la Turchia ha fatto grandi passi avanti nella ristrutturazione del settore finanziario nonché il miglioramento della Governance del settore pubblico e il suo ambiente d'affari.

Partenariato Euro-Mediterraneo

L'economia turca ha avuto un tasso di crescita costante negli ultimi 20 trimestri. PNL e PIL pro capite in evidenza la forza e la stabilità dell'economia nazionale, nonché la sua integrazione con le tendenze macroeconomiche globali.

Negli ultimi anni, l'economia turca ha mostrato una prestazione di crescita elevato a causa della decisione attuate riforme strutturali, nonché di successo delle politiche macroeconomiche, ma è diventata una dell'economie a più rapida crescita al mondo.

Un totale di 16.500 aziende con capitale internazionale operavano in Turchia. Tra questi, 13.549 aziende e filiali con il capitale internazionale sono stati istituiti e 2.951 partecipazioni di capitali stranieri nelle società esistenti sostenute.

La maggior parte delle 16.500 imprese finanziate con capitale internazionale nei settori del commercio all'ingrosso e al dettaglio, questo è seguita dal settore manifatturiero, immobiliare noleggio e altre attività commerciali. Tessile produzione di beni porta il settore manifatturiero degli investimenti seguita dai prodotti chimici e i prodotti alimentari e delle bevande

Nel 2005, la contingente delle importazioni verso i paesi dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico era del 56,6%. La posizione più alta tra i paesi Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico è stata tenuta da l'Unione europea membri con un contingente di mercato totale del 42,2%. I primi cinque paesi in termini d'importazioni sono stati la Germania, la Russia, l'Italia, la Cina e Francia. La contingente complessiva di questi cinque paesi delle importazioni è stato del 40,1%.

Cile-Turchia:
Chile Turchia

istituzioni:

  1. Banca islamica per lo sviluppo
  2. Lega degli Stati arabi
  3. Dialogo Asia-Medio Oriente
  4. Commissione economica e sociale per l'Asia e il Pacifico (ESCAP)
  5. Commissione economica per l'Europa
  6. Banca europea per gli investimenti
  7. Consiglio di cooperazione Regionale
  8. Associazione rivierasca dell'Oceano indiano per la cooperazione regionale (Dialogo partner)
  9. Organizzazione per la Democrazia e lo sviluppo Economico (Osservatore)
  10. Organizzazione della cooperazione islamica (OCI)
  11. Fondo monetario internazionale (FMI)
  12. 'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico
  13. Organizzazione mondiale del commercio (OMC
  14. Banca Mondiale (BM)...

Confini della Turchia: Bulgaria, la Grecia, la Georgia, l'Armenia, l'Azerbaigian, l'Iran, l'Iraq e Siria.

DIŞ TİCARET VE ULUSLAR ARASI ÇALIŞMA YÖNETİMİ

Tunisia Turchia
Tunisia Turchia

Turchia Albania
Turchia Albania

Turchia Bosnia ed Erzegovina
Turchia Bosnia

Turchia-Croazia
Turchia-Croazia

Turchia-Associazione europea di libero scambio
Turchia-AELS

Turchia Egitto
Turchia Egitto

Turchia Georgia
Turchia Georgia

Turchia-Giordania
Turchia Jordan

Turchia Lebanon
Turchia Lebanon

Turchia Corea
Turchia Corea

Turchia Serbia
Turchia Serbia


EENI Scuola superiore di commercio estero