Fare affari in Tunisia

EENI- Scuola superiore di commercio estero

Italiano

Unità di apprendimento: commercio estero e affari in Tunisia. Programma:

  1. Introduzione alla Tunisia (Maghreb).
  2. L'economia tunisina.
  3. Il commercio estero.
  4. Gli investimenti diretti esteri (IDE)
  5. Settore industriale tunisino.
       - Agro-alimentare
       - energia elettrica
       - tessile
       - cuoio...
  6. Agenzia per la Promozione Industriale.
  7. Consiglio Superiore dell'esportazioni e gli investimenti.
  8. Direzione generale delle dogane.
  9. Agenzia per la promozione degli investimenti esteri.
  10. Accordi multilaterali della Tunisia.
       - Accordo di Associazione Unione Europea -Tunisia.
       - Zona araba di libero scambio.
  11. Imprese tunisine:
       - Benetton Tunisia
       - Unilever.
       - Danone e STIAL.
       - Tunisia Telecomunicazioni.
       - Best Brands.
  12. Caso di studio: Mohamed Ali Harrath
  13. Accesso al mercato.

Crediti: 2 ECTS CFU

Mohamed Ali Harrath:
Mohamed Ali Harrath

Materiali di studio: Fr Tunisie Es Túnez En Tunisia Pt Tunisia.

Il corso Fare affari in Tunisia fa parte del: Master in Affari Internazionali (MIB) specializzazione Africa - Paesi musulmani

Descrizione dell'unità di apprendimento (Commercio internazionale e affari in Tunisia)

Religioni: Islam (Fiqh: Malikita)

Istituzioni e accordi di libero scambio (ALS) di Tunisia:

  1. Unione del Maghreb Arabo (UMA)
  2. Comunità degli Stati del Sahel e del Sahara (CEN-SAD)
  3. Organizzazione della cooperazione islamica (OCI)
  4. Partenariato Euro-Mediterraneo
  5. Accordo di libero scambio Arabi del Mediterraneo
  6. Politica europea di vicinato
  7. Accordo con l'Associazione europea di libero scambio, l'Unione europea
  8. Lega degli Stati arabi
  9. Banca islamica per lo sviluppo
  10. Banca africana di sviluppo (AfDB)
  11. Commissione economica per l'Africa (CEA)
  12. Dialogo Asia-Medio Oriente (Tunisia)
  13. Vertice dei paesi sudamericani e i paesi arabi (Tunisia)
  14. Nuovo partenariato per lo sviluppo dell'Africa (NEPAD)
  15. Unione africana (UA)
Unione del Maghreb Arabo

Grande Zona Araba di Libero Scambio

La Tunisia a la crocevia tra l'Europa, il Medio Oriente e l'Africa. Con la sua posizione centrale del Mediterraneo, il suo vigore e la crescita ei suoi trattati preferenziali con i paesi partner diversi, la Tunisia offre l'accesso a numerosi mercati per le aziende che desiderano sviluppare le loro attività.

La Tunisia è un Partner privilegiato dell'Unione europea: l'Accordo di Cotonou, la politica europea di vicinato, l'Unione per il Mediterraneo... La sua vicinanza geografica all'Europa è un vantaggio anche per la Tunisia. La relazione è una stretta economicamente, culturalmente e socialmente.

La Tunisia è il primo paese della sponda sud del Mediterraneo ad aver firmato un accordo di libero scambio associativo con l'Unione europea nel 1995. Con l'implementazione del 1996, quest'accordo governa la graduale introduzione di un'Area di libero scambio che dà accesso all'Unione europea di mercato

Esempio dell'unità di apprendimento (Fare affari in Tunisia):
Affari in Tunisia

Le esportazioni tunisine verso il mercato dell'Unione europea hanno subito una notevole evoluzione. La loro parte nel totale dell'esportazioni è aumentato dal 51% nel 1976 all'80%. Quasi l'80% dell'esportazioni verso l'Unione europea sono prodotti industriali. Attraverso la qualità dinamica del suo prêt-à-settore dell'abbigliamento, la Tunisia è il quarto esportatore di capi di abbigliamento per l'Unione europea (UE).

Una grande Area euro-mediterranea. Questo trattato di libero scambio inizia una nuova serie di trattati tra l'Unione europea è i paesi del sud del Mediterraneo che prevedono di stabilire entro il 2010 un vasto Europa - Mediterraneo Area di libero scambio di più di 800 milioni di abitanti.

I mercati dei paesi arabi. La Tunisia ha firmato una serie di accordi preferenziali con i paesi del Maghreb e arabi. Applicazione dell'accordo regionale sottoscritto nel 1998 per introdurre un arabo Area di libero scambio ha compiuto buoni progressi e la fase finale sarà completata nel 2005.

Accordo di Agadir

Il commercio estero con l'Egitto, il Marocco, la Giordania e la Libia è disciplinato da accordi bilaterali che costituiscono un'Area di libero scambio. Altri accordi di libero scambio sono in corso negoziati con altri paesi della regione.

Politica europea vicinato

Partenariato Euro-Mediterraneo

Tunisia Turchia
Tunisia Turchia

Comunità Stati Sahel-Sahara CEN-SAD

ماجستير في التجارة الخارجية و التسويق الدولي


EENI Scuola superiore di commercio estero