Fara Affari in Indonesia

EENI- Scuola superiore di commercio estero

Italiano

Unità di apprendimento: commercio estero e affari in Indonesia Jakarta. Programma:

  1. Introduzione dell'Indonesia (Sud-Est asiatico ASEAN).
  2. Lingua Bahasa.
  3. L'economia indonesiana.
  4. Il commercio estero indonesiano.
  5. Settore Industriale.
  6. Infrastrutture.
  7. Banca.
  8. Zona Franca de Sabang.
  9. Gli investimenti diretti esteri (IDE) in Indonesia.
  10. Negoziare in Indonesia.
  11. Caso di studio:
       - Telkom Gruppo.
       - PT Panggung Elettrico Citrabuana.
       - Sandiaga Salahuddin Uno
  12. Accesso al mercato.

Crediti: 3 ECTS CFU

Sandiaga Salahuddin Uno (Indonesia)
Sandiaga Salahuddin Uno

L'unità di apprendimento "Fare affari in Indonesia" fa parte del: Master in Affari Internazionali (MIB) specializzazione Asia - Paesi musulmani - Mercati Emergenti

Materiali di studio: En Indonesia Es Indonesia Fr Indonesie.

EENI In Bahasa Indonesia: Master Bisnis Internasional

Descrizione dell'unità di apprendimento - Fare affari in Indonesia:

L'economia indonesiana ha sofferto molto verso la fine degli anni novanta, in parte a causa della crisi finanziaria che attraversò gran parte dell'Asia in quel periodo. Da allora L'economia si è stabilizzata.

L'Indonesia ha grandi risorsi naturali, tra le quali il petrolio, gas naturale, stagno, rame e oro.

Religioni: Islam (Fiqh: Shafi)

L'Indonesia - accordi di libero scambio (ALS)

  1. Introduzione all'accordo India-Indonesia
  2. L'Accordo Indonesia-Unione europea
  3. Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN)
  4. Accordi di libero scambio dell'ASEAN: Cina, il Canada, Corea, Stati Uniti...
  5. Triangolo di Crescita dell'ASEAN (Indonesia)
  6. Area di Sviluppo tra Brunei, la Malesia e le Filippine
  7. Cooperazione economica Asia-Pacifico (APEC)
  8. Associazione rivierasca dell'Oceano indiano (IORA)

Indonesia Caso di studio

Istituzioni regionali dell'Indonesia

  1. Consiglio della cooperazione economica del Pacifico (PEEC)
  2. Organizzazione della cooperazione islamica (OCI)
  3. Banca islamica per lo sviluppo
  4. Foro Boao per l'Asia
  5. Dialogo per la cooperazione asiatica
  6. Incontro economico Asia (Indonesia) - Europa
  7. Foro per la Cooperazione tra l'Asia Orientale e l'America Latina
  8. Dialogo Asia (Indonesia) - Medio Oriente
  9. Commissione economica e sociale per l'Asia e il Pacifico (ESCAP)
  10. Banca asiatica per lo sviluppo
  11. Piano Colombo

Indonesia etica

La maggior parte (circa'85%) della popolazione segue l'Islam. La Libertà di Religioni è stata recepita con la Costituzione indonesiana.

Bahasa Indonesia è il termine corretto per la lingua indonesiana. A volte gli stranieri possono riferirsi a esso come solo Bahasag.

Frontiere terrestri dell'Indonesia: Papua Nuova Guinea, Timor Est e la Malesia.

Paesi Vicini: Singapore, le Filippine, l'Australia, e il territorio indiano delle Andamane e Nicobare.

Il Porto di Jakarta è il più grande porto commerciale indonesiano e uno dei porti più grandi del bacino del mar di Giava, con una capacità annuale di traffico di circa 45 milioni di tonnellate di merci e di 4.000.000 TEU.

ASEAN-Unione europea (UE)
ASEAN-Unione europea

Indonesia-Malesia-Tailandia IMT-GT

L'Indonesia è il secondo esportatore mondiale di gas, anche se recentemente è diventata un importatore di greggio. Le industrie comprendono raffinerie, stabilimenti chimici e meccanici.

I principali prodotti agricoli sono riso, tè, il caffè, spezie e gomma. Diffuso è l'allevamento di bovini (bufali), suini e volatili da cortile. La pesca costituisce una fonte primaria per l'alimentazione.

Le isole di Giava e Bali sono famose mete del turismo internazionale. I trasporti si svolgono soprattutto per via aerea e marittima. Il settore primario occupa il 44% dell'economia dello stato, il secondario il 19% e il terziario il 37%.

L'Indonesia è ricco di risorsi naturali. Mentre il 90% della popolazione è impegnata in agricoltura, petrolio e del gas rappresentano il 70% dei proventi dell'esportazioni totali e il 60% dell'entrate del governo. Tuttavia, le fluttuazioni dei prezzi mondiali dei prodotti tradizionali di esportazione hanno portato a un cambiamento negli ultimi anni nella struttura dell'economia. Il turismo sta guadagnando un settore più importante in quanto un lavoratore cambi.

Alla produzione e alla crescita del settore, il governo ha formulato nuove politiche e servizi migliori. Notevoli progressi sono stati compiuti nel campo delle comunicazioni e dei trasporti e dal 1976, l'Indonesia ha avuto un proprio sistema di comunicazione via satellite che ha permesso una rapida espansione del telefono, televisione e gli impianti di trasmissione di tutte le ventisette province.

Associazione Oceano indiano

La Repubblica dell'Indonesia è il paese più grande arcipelago del mondo, che include 17.508 isole che si estende lungo 5.120 chilometro da est a ovest e 1.760 chilometro da nord a sud. La diffusione isole su più di un decimo della dell'equatore tra il Sud-Est asiatico e l'Australia, che copre una superficie di circa 2 milioni di chilometri quadrati e le acque territoriali di quasi quattro volte di quelle dimensioni. La popolazione totale di 222 milioni è l'Indonesia. 130 milioni di persone vivono sull'isola di Giava, l'isola più popolosa del mondo.

ASEAN Brunei Indonesia

Asia-Europa


EENI Scuola superiore di commercio estero