Comunità dell'Africa orientale (EAC)

EENI- Scuola superiore di commercio estero

Italiano

Unità di apprendimento: la Comunità dell'Africa orientale: Kenya Uganda Tanzania. Programma:

  1. Introduzione alla Comunità dell'Africa orientale (EAC).
  2. Mercato e l'Unione economica.
  3. Organi della Comunità.
  4. L'economia e commercio con l'estero nei mercati EAC
  5. Investire nei mercati EAC
  6. Indice del clima Affari nei mercati EAC
  7. EAC: Sviluppare partenariato strategici.
  8. Accordi commerciali:
    - Accordo tripartito COMESA-EAC-SADC
    - Accordo Comunità dell'Africa orientale - Stati Uniti (Commercio e Investimenti)
  9. Corte di giustizia africana
  10. Unione doganale della Comunità dell'Africa orientale
  11. Mercato comune della Comunità dell'Africa orientale
  12. Amministrazione doganale
  13. Liberalizzazione del commercio estero
  14. Schemi di promozione delle esportazioni
  15. Zone economiche speciali
  16. Regimi di esenzione
  17. Disposizioni Generali
  18. Tariffa esterna comune della Comunità dell'Africa orientale.
  19. Banca di sviluppo dell'Africa orientale.

Crediti: 0,5 ECTS CFU

Master in Affari Internazionali (Apprendimento online) specializzazione Africa

Materiali di studio: En EAC Africa Fr EAC Es EAC Br EAC

Comunità dell'Africa orientale EAC

Abbiamo fiducia Africa

Descrizione dell'unità di apprendimento (Comunità dell'Africa orientale)

La Comunità dell'Africa orientale (EAC) è l'organizzazione regionale intergovernativa delle Repubbliche di Kenya, l'Uganda, la Repubblica Unita di Tanzania, la Repubblica del Ruanda e la Repubblica del Burundi, con sede ad Arusha (Tanzania).

La popolazione della Comunità dell'Africa orientale: 126,2 milioni

La Comunità dell'Africa orientale ricerca ad ampliare e approfondire la cooperazione tra gli Stati partner, tra gli altri, i campi politici, economici e sociali per il loro reciproco vantaggio. In questo senso i paesi PAO istituito una unione doganale nel 2005 e stanno lavorando verso la creazione di un mercato comune, successivamente una unione monetaria e, infine, una federazione politica degli Stati dell'Africa orientale.

La realizzazione di un grande blocco economico regionale che include il Burundi, Il Kenya, il Ruanda, la Tanzania e l'Uganda, con una popolazione complessiva di oltre 125 milioni di persone, superficie di 1,82 milioni di chilometri quadrati e un prodotto interno lordo di 60 miliardi di dollari, ha grande importanza strategica e geopolitica e prospettive di una rinnovata e rinvigorita Comunità dell'Africa orientale.

La Banca di Sviluppo Africa orientale è stato istituito nel 1967 con il Trattato di cooperazione poi dell'Africa orientale. Dopo la rottura della comunità nel 1977, la Banca è stata ristabilita con un proprio statuto nel 1980.

La Banca di Sviluppo Africa orientale è di proprietà dei quattro Stati membri del Kenya, l'Uganda, la Tanzania e Ruanda. Altri azionisti sono la Banca Africana di Sviluppo, i Paesi Bassi Finanza per lo sviluppo Compagnia, tedesca d'investimento e società di sviluppo, SBIC-Africa Società per azioni, commerciale Banca dell'Africa, Nairobi, Nordea Banca di Svezia, Standard Chartered Banca, Barclays (Londra).

Esempio dell'unità di apprendimento: la Comunità dell'Africa orientale (EAC)
Comunità dell'Africa orientale

Norme di origine EAC
Africa orientale norme di origine


EENI Scuola superiore di commercio estero