Contrattazione internazionale

EENI- Scuola superiore di commercio estero

Italiano

Unità di apprendimento: Contrattazione internazionale. Contratto Esportazioni. Programma:

  1. I contratti internazionali nel commercio estero.
  2. UNCITRAL- La Commissione delle Nazioni Unite per il Diritto Commerciale.
  3. Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di vendita internazionale di merci (1980) [CISG].
  4. Convenzione di Vienna.
  5. Convenzione dell'Aia.
  6. Clausole abituali di un contratto di compravendita internazionale.
  7. Arbitrato internazionale.
  8. Esempi di contratti: distributore, importatore, agente...
  9. Clausola Anti-corruzione della Camera di commercio internazionale
  10. Sharia (diritto islamico)

Crediti: 3 ECTS CFU

Esempio dell'unità di apprendimento: Contrattazione internazionale
Contrattazione internazionale

Master in Commercio Estero - Master in Affari Internazionali (MIB) - Diploma in Commercio internazionale - Corso Internazionalizzazione

Materiali di studio: En Contracts. (Riassunto in Italiano). Fr Contrat Es Contratos Pt Contratos

Clausola Anti-corruzione

Descrizione dell'unità di apprendimento - Contrattazione internazionale:

Gli obiettivi: conoscere i principi della contrattazione internazionale e le principali clausole di un contratto di compravendita internazionale.

Si definisce il contratto, come un documento unico nel quale si riconoscono i diritti e gli obblighi dell'esportatore e dell'importatore. Il commercio internazionale dimostra che la maggioranza dell'operazioni vengono effettuate senza formalizzare il contratto.

In ogni caso è raccomandabile formalizzare le operazioni internazionali con un contratto di compra-vendita internazionale. In questo modo si possono evitare i dubbi e le confusioni sui punti concordati durante le negoziazioni, anche quando non siano stati fissati in forma scritta.

Cosi si svolge la denominata Convenzione di Vienna, firmata in Austria l'11 aprile 1980, nella quale si riuniscono più di 40 paesi aderenti, tra i quali si trovano la maggior parte dei paesi industrializzati.

La forma del contratto viene lasciata libera per le aziende, per la qualcosa s'accetta anche la forma verbale; tuttavia esistono paesi aderenti alla Convenzione che non hanno accettato la forma verbale, e accettano unicamente la forma scritta perchè il contratto sia valido (forma ad substantiam).

Contrattazione internazionale


EENI Scuola superiore di commercio estero