Banca interamericana di sviluppo

EENI- Scuola superiore di commercio estero

Italiano

Unità di apprendimento: Banca interamericana di sviluppo (BIS). Economia dell'America Latina. Programma:

  1. Introduzione alla Banca interamericana di sviluppo (BIS).
  2. Schema operativo della Banca Interamericana
  3. Paesi membri.
  4. Integrazione d'infrastrutture regionali in Sud America (IIRSA).
  5. Caso di studio: l'integrazione e lo sviluppo
  6. Hubs in America Latina.
  7. Società interamericana d'investimento.
  8. Fondo d'investimento multilaterale.
  9. Ciclo del progetto della Banca Interamericana: preparazione, approvazione, implementazione e il completamento e la valutazione.

Crediti: 2 ECTS CFU

Master in Affari Internazionali (Apprendimento online) specializzazione America

Materiali di studio: En Inter-american Development Bank Es Banco Interamericano Pt Banco Interamericano Fr Banque Interaméricaine

Esempio dell'unità di apprendimento - Banca interamericana di sviluppo (BIS):
Banca Interamericana Sviluppo

Logistica hub in America Latina

Descrizione dell'unità di apprendimento - Banca interamericana di sviluppo (BIS)

La Banca interamericana di sviluppo (IADB) è stata fondata nel 1959 come una collaborazione tra diciannove paesi dell'America Latina e degli Stati Uniti.

La Banca interamericana di sviluppo (BIS) è di proprietà da 48 economie degli Stati membri, di cui ventisei soci finanziari in America Latina e nei Caraibi.

Ogni economia della Banca interamericana di sviluppo ha il potere di voto, in base alla sua sottoscrizione alle risorse capitale ordinario dell'istituzione.

La Banca interamericana di sviluppo (BIS) è la principale fonte di finanziamento multilaterale per lo sviluppo economico, sociale e istituzionale in America Latina e nei Caraibi.

Finanziari dei paesi membri
La Banca interamericana di sviluppo ha ventisei paesi membri debitori, tutti in America Latina e nei Caraibi.

Insieme, hanno un 50,02% dei diritti di voto sul la Banca interamericana di sviluppo bordo.

Gruppi I e II
Nel 1999, la Banca interamericana di sviluppo (BIS) iniziato ad utilizzare un raggruppamento nazionale per gli obiettivi di controllo della distribuzione dei prestiti. Questo criterio divide i paesi in gruppi I e II, in base al loro prodotto nazionale lordo pro capite nel 1997.

Sulla base del loro reddito pro capite più basso, la Banca Interamericana di Sviluppo canali 35% del suo volume dei prestiti ai paesi Gruppo II: il Belize, la Bolivia, la Colombia, la Costa Rica, la Repubblica Dominicana, l'Ecuador, El Salvador, il Guatemala, la Guyana, Haiti, l'Honduras, la Giamaica, il Nicaragua, il Panama, il Paraguay, il Perù e Suriname.

Il 65% del volume dei prestiti è quindi incanalata verso i paesi del gruppo I: l'Argentina, Bahamas, Barbados, il Brasile, il Cile, il Messico, Trinità e Tobago, l'Uruguay e il Venezuela. Oltre a questi 2 raggruppamenti nazionali, la banca Interamericana di Sviluppo ha il compito di destinare almeno il 50% delle sue operazioni e il 40% delle sue risorse a programmi che promuovono l'equità sociale e ridurre la povertà.

Infrastrutture in Sud America
Infrastrutture in Sud America

La Banca interamericana di sviluppo (BIS) non finanziari membri sono gli Stati Uniti, il Canada, il Giappone, Israele, la Repubblica di Corea, la Cina, e sedici paesi europei: Austria, Belgio, la Croazia, la Danimarca, la Finlandia, la Francia, la Germania, Italia, i Paesi Bassi, la Norvegia, il Portogallo, la Slovenia, la Spagna, la Svezia, la Svizzera e il Regno Unito.

Il gruppo Banca interamericana di sviluppo è composto della Banca interamericana di sviluppo, la Società interamericana d'investimento e il Fondo multilaterale d'investimento.

La Società interamericana d'investimento è un'istituzione multilaterale sugli investimenti che fa parte della Banca interamericana di sviluppo. Il suo mandato è quello di promuovere lo sviluppo economico dei suoi paesi membri latino-americani e dei Caraibi attraverso il finanziamento d'imprese privata, preferibilmente di piccole e medie dimensioni.

Il Fondo d'investimento multilaterale.


EENI Scuola superiore di commercio estero