Clausola Anti-corruzione della CCI

EENI- Scuola superiore di commercio estero

Italiano

Unità di apprendimento (Programma di studio): Clausola Anti-corruzione della Camera di commercio internazionale (CCI)

  1. Introduzione alla Camera di commercio internazionale
  2. La Clausola Anti-corruzione della Camera di commercio internazionale
  3. Come implementare la clausola
  4. Schema della Clausola Anti-corruzione

No alla corruzione

L'unità di apprendimento "Clausola Anti-corruzione della ICC" è parte del Master in Commercio Estero - Corso "No alla corruzione In Affari Internazionali"

No corruzione affari

Esempio dell'unità di apprendimento: Clausola Anti-corruzione della Camera di commercio internazionale
Clausola Anti-corruzione

Materiali di studio: En Anticorruption Clause ICC Es Anticorrupción Fr ICC Anti Corruzione

Descrizione dell'unità di apprendimento - Clausola Anti-corruzione della Camera di commercio internazionale:

Nel 1919, a Paris (Francia), si creò una delle maggiori organizzazioni imprenditoriali del mondo: la Camera di commercio internazionale (CCI).

Uno degli obiettivi della Camera di commercio internazionale è promuovere il commercio internazionale aperto e gli investimenti, creando strumenti facilitatore per le imprese come gli Incoterms, gli principi Uniformi Relative ai Credito documentario (URU), contratti tipo, codici di buone pratiche, clausola anti-corruzione, il carné ATA. Anche ha creato il Taglio Internazionale di Arbitrato... È formata soprattutto per imprese e le organizzazioni di più di 130 paesi.

La Camera di commercio internazionale ha sviluppato una clausola anti-corruzione che può essere inclusa in qualsiasi tipo di contratto di commercio estero. Questa clausola è una base contrattuale per quella che le parti si intraprendere a compiere lo stabilito nei Principi Volontari per il Combattimento alla Corruzione della Camera di Commercio Internazionale. Serve così per PMI come per grandi multinazionali.

Un'azienda esportatore che desideri includere la clausola anti-corruzione nei suoi contratti di spesa-vendita internazionale non necessita nessun tipo di autorizzazione per parte della Camera di Commercio Internazionale.

Questa clausola si basa nel principio di autoregolazione. L'accettazione della clausola anti-corruzione è volontaria per parte delle imprese coinvolti. L'unica restrizione è che l'interpretazione di questa clausola corrisponde alla Camera di commercio internazionale.


EENI Scuola superiore di commercio estero