Accordo di Agadir

EENI- Scuola superiore di commercio estero

Italiano

Unità di apprendimento: Accordo di Agadir - Accordo di libero scambio (ALS) Arabi del Mediterraneo. Programma:

  1. Introduzione all'Accordo di libero scambio Arabi del Mediterraneo (Accordo di Agadir).
  2. Paesi membri: l'Egitto, il Marocco, la Tunisia e la Giordania.
  3. Unità Tecnica di Agadir.
  4. Processo di Barcellona.
  5. L'Accordo di Agadir e il sistema di cumulo dell'origine (Partenariato Euro-Mediterraneo).
  6. Il commercio regionale nella Giordania, la Tunisia, il Marocco ed l'Egitto.
  7. Il commercio estero con l'Unione europea (UE).
  8. Caso di studio:
       - Fare affari in Giordania.
       - Settore automobilistico nell'Accordo di libero scambio Arabi del Mediterraneo.

Esempio dell'unità di apprendimento - Accordo di libero scambio Arabi del Mediterraneo:
Accordo di Agadir

Master in Affari Internazionali (Apprendimento online) specializzazione Europa - Africa - Paesi musulmani.

Materiali di studio: En Agadir Agreement Es Agadir Fr Agadir

(العربية المتوسطية اتفاقية التجارة الحرة)

Descrizione dell'unità di apprendimento (Accordo Arabi del Mediterraneo)

L'Accordo di libero scambio Arabi del Mediterraneo è stato avviato nel Agadir nel maggio 2001 da quattro paesi arabo-mediterranei: la Giordania, la Tunisia, il Marocco ed l'Egitto.

Attraverso la dichiarazione, i quattro paesi hanno espresso la loro intenzione di stabilire un'Area di libero scambio tra la Tunisia, il Marocco e l'Egitto.

L'accordo di Agadir (Accordo di libero scambio Arabi del Mediterraneo) crea un'Area di libero scambio de più di 120 milioni di consumatori.

Gli obiettivi dell'accordo di libero scambio Arabi del Mediterraneo:

  1. Creazione di un'Area di libero scambio di commercio estero tra i paesi membri (Egitto- Giordania-Marocco - Tunisia - Maghreb).
  2. Promuovere il commercio estero tra i quattro paesi membri soprattutto tra questi e l'Unione europea (UE)
  3. Il sviluppo economico e l'integrazione attraverso l'attuazione dei norme di origine Pan-Euro-Med.
  4. Attrazione d'investimento diretto estero (IDE) dell'Unione europea e internazionale

EENI Scuola superiore di commercio estero